Lourdes, agosto 2017: dare, fare baciare

Testimonianza di Vittoria Graziani, Sottosezione UNITALSI Ravenna

La mia esperienza a Lourdes si riassume in tre verbi: dare, fare, baciare.
Dare tutto te stesso alla Madonna, ai malati e ai pellegrini. Fare preghiera e penitenza.
Farsi baciare dalla Madonna e portare il suo bacio a tutte le persone che incontri sul tuo cammino.
Perché è solo la condivisione della spiritualità e dell’amore che si sprigionano in questo viaggio che consente di mantenere vivo, all’interno di ognuno, il benessere e la pace interiore fino al nuovo pellegrinaggio.
E può far sì che altre persone vogliano provare questa esperienza di vita davvero unica.

 

Lourdes, agosto 2017: dopo quasi un giorno di viaggio

testimonianza di  Anna Bolognesi, sottosezione UNITALSI  di Ravenna

Dopo quasi un giorno di viaggio in treno eccoci finalmente a Lourdes, curiosa di vedere, capire e mettermi in gioco in questa avventura nuova.
È stata un’esperienza intensa, piena, faticosa ma che mi ha arricchita tanto. Ho incontrato persone che mi hanno accolta, che mi hanno insegnato, che mi hanno fatto sentire apprezzata e sono state la mia guida. Davvero persone meravigliose che mi hanno fatto vedere la bellezza di Gesù nei più piccoli gesti, in una carezza, un abbraccio, una stretta di mano, un sorriso. Andare a Lourdes è davvero un viaggio che arricchisce il cuore e ti fa riscoprire le piccole ma importanti cose della vita. Spero che questo entusiasmo io possa riuscire a trasmetterlo anche agli altri e che tanti giovani come me si mettano in gioco per fare esperienza di Lui.  ‘Non si possono compiere grandi opere ma piccole cose fatte con grande amore’ Madre Teresa di Calcutta