#SALUS:LA CAPPELLA

 

La Cappella é il cuore della casa, situata al sesto piano nel sottotetto dell’antica torre centrale, è uno dei luoghi più belli ed affascinanti dell’intera struttura. 

Da notare il simbolo del pesce, che si ripete sul portale d’ingresso, sulla croce, sul Tabernacolo e sull’altare. Perché  l’immagine di un pesce?

Perché le lettere che formano la parola “pesce” in greco, quando scritte in maiuscolo (ΙΧΘΥΣ), formano un acronimo con le iniziali dell’espressione “Iēsous Christos Theou Yios Sōtēr“, che significa “Gesù Cristo, Figlio di Dio, Salvatore” (in greco antico Ἰησοῦς Χριστός, Θεοῦ ͑Υιός, Σωτήρ).

In questo modo, il pesce diventò uno dei primi simboli cristiani insieme all’immagine del Buon Pastore e in seguito al crocifisso. 

L’Ichthys era usato anche per indicare le catacombe cristiane durante le persecuzioni contro la comunità, di modo che solo i cristiani sapessero quali erano i tumuli dei loro correligionari.

Da notare anche l’altare con i suoi fascioni bronzei; il Tabernacolo che rappresenta il mondo retto dalle braccia di tre angeli quale tabernacolo di Dio; la Croce bronzea formata da un insieme di pesci;l’apertura verso la Grotta che spiega l’assenza di raffigurazioni mariane all’interno di questo luogo; il medaglione del centenario, che ci ricorda la lunga strada percorsa dall’Unitalsi.

 

 

 

la Cappella é sempre aperta e pronta ad accogliere la preghiera individuale e comunitaria di ciascuno di noi. Il Santissimo Sacramento è sempre presente, tutti i giorni dell’anno.

.

Capace di accogliere 60/80 persone, può diventare luogo di celebrazione,

previo assenso dell’assistente del pellegrinaggio e del sacerdote cappellano del Salus presente per conto della Presidenza Nazionale per l’accoglienza dei pellegrinaggi dell’ associazione.

Please follow and like us:

Un pensiero riguardo “#SALUS:LA CAPPELLA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *