GIORNATA NAZIONALE UNITALSI: GRAZIE A TUTTI

Sono state giornate di grande impegno e di grande gioia! La Giornata Nazionale ha coinvolto tantissimi soci, ha moltiplicato presenza e disponibilità, ci ha insegnato ancora una volta quanto sia importante non solo parlare di Unitalsi, ma testimoniare l’Unitalsi, incontrando le persone, diventando una presenza visibile e propositiva, imparando a sostenerci a vicenda e a credere nella bellezza della proposta di pellegrinaggio e di vita che facciamo! Anche per noi del Consiglio Direttivo, come per tanti responsabili della Associazione e per tantissimi di voi, sono state giornate di presenza e di testimonianza, ognuno nella propria realtà locale: perché bisogna metterci la faccia per essere credibili. Allora, grazie! Grazie soci e amici dell’Unitalsi! Grazie a tutti coloro che “si sono messi in gioco” e hanno riempito di sorriso e di fraternità tante piazze, tanti santuari e i sagrati di innumerevoli parrocchie. Grazie a chi ha condiviso in pienezza l’impegno della Giornata Nazionale, grazie a chi non si è risparmiato, grazie a chi ha capito che non doveva “accontentare” l’Associazione distribuendo qualche piantina, ma che doveva condividere l’esperienza grande della testimonianza e della proposta dei nostri pellegrinaggi e della nostra vita di carità. Grazie a chi non parla di Unitalsi, ma vive concretamente l’Unitalsi, impegnandosi nella sua sottosezione e nel suo gruppo a vivere la nostra ordinaria, faticosa, impegnativa ma affascinante vita di carità. Grazie a chi ha imparato a non dire sempre “io..io..io…”, ma “noi…noi…noi”.

Grazie a chi nella Giornata Nazionale non ha testimoniato nostalgia, ma ha raccontato l’inizio coinvolgente di nuovo futuro. Grazie ai nostri soci più giovani, che hanno trasformato ogni piantina in una testimonianza fatta di sorriso e di novità e che hanno riempito i nostri gazebo di un arcobaleno di gioia e di amicizia. Grazie a nostri soci non più giovani, che si sono impegnati nella Giornata Nazionale con la freschezza di chi ha il cuore pieno di fedeltà ad un cammino e con la solidità di chi ha piantato radici profonde nella bellezza della nostra associazione. Grazie a tutti quelli che, organizzando e realizzando la Giornata Nazionale, non hanno avuto bisogno di un ruolo, ma hanno cercato “servizio e comunione”. Grazie a chi, decidendo di impegnarsi per la Giornata Nazionale, non ha fatto “i conti”, ma ha contato sul desiderio di riappropriarsi della passione e della gioia di essere unitalsiani. Grazie a chi non ha bisogno di “nemici” per respirare la vita, a chi crede nella amicizia tra noi, a chi si prende cura della nostra Associazione, li dove vive, con lo stesso impegno e la stessa testardaggine con le quali si fa crescere una piantina. Perché questo era la piantina della nostra Giornata Nazionale: il segno offerto di una Associazione che ora ha bisogno di tenerezza e convinzione, non di eroi; ha bisogno di tornare a crescere, con pazienza, grazie all’amore e alla fraternità vera di chi se ne sente parte. Tornare a crescere. Piano e delicatamente. Come una pianta che si è scoperta all’improvviso con troppe foglie ingiallite ma sulla quale già sono spuntate le gemme di una nuova fioritura. Grazie a tutti!

Il Presidente e il Consiglio Direttivo Nazionale

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *